La voltura catastale

La voltura catastale consiste nell’aggiornare gli atti conservati in catasto, sia del Catasto Terreni che del catasto Fabbricati.

La domanda di voltura va presentata all’Agenzia delle Entrate - Territorio  competente (quello nella cui Provincia è stato registrato l’atto o presso quello dove ricadono i beni trasferiti) entro 30 giorni dalla registrazione dell’atto stesso (rogito, ordinanza, sentenza, Dichiarazione di Successione, ecc.). Se vi sono più cespiti (urbani e terreni) nello stesso comune dovrà essere utilizzata una  domanda di voltura per gli immobili urbani ed una per i terreni.

Alla domanda di voltura, che aggiornerà gli intestatari catastali per tenere in evidenza i trasferimenti da una persona ad un’altra, vanno allegati nel caso della Dichiarazione di Successione i seguenti documenti:

  • copia della Dichiarazione di Successione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate;
  • copia dell’eventuale  testamento (in caso di Successione testamentaria);
  • copia del verbale della eventuale rinuncia all’eredità.

Con l’introduzione di Voltura1.1  (software predisposto dall’Agenzia delle Entrate -  Territorio) la domanda di voltura si presenta, oltre che su modello cartaceo, su supporto informatico (floppy, CD, chiavetta USB). In questo modo l’aggiornamento degli atti catastali e simultaneo alla presentazione della voltura catastale. Con l’introduzione della trasmissione telematica della dichiarazione di successione è possibile richiedere la voltura catastale in automatico dei beni immobili, senza ulteriori adempimenti presso gli uffici del catasto.

CHIEDI UN APPUNTAMENTO 
Verrai ricontattato dalla sede a te più vicina.
 

Iscriviti alla Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato
sulle novità fiscali e del mondo Caf Cisl
Iscriviti subito