Proroga al 31 marzo per le CU, attenzione al 730 con la doppia certificazione per CIG e FIS

Attenzione alla doppia CU per cassa integrazione o fondo di integrazione salariale nel 2020!

Posticipata dal 16 al 31 marzo la scadenza per consegnare a lavoratori e pensionati la Certificazione Unica, l’ultimo documento indispensabile per presentare il 730.

Ricordiamo che chi ha avuto più sostituti d’imposta, e quindi ha più CU rilasciate da datori di lavoro diversi, è sempre tenuto a presentare la dichiarazione. Ad esempio, se durante il 2020 si è cambiato lavoro (e datore di lavoro) o si ha un periodo di lavoro e uno di indennità di disoccupazione erogata dall’INPS o per chi è andato in pensione.

Da questo punto di vista il 2020 è stato un anno particolare: sono molti i lavoratori e le lavoratrici che hanno subito una riduzione o una sospensione dell’attività lavorativa a causa dell’emergenza sanitaria e hanno percepito la cassa integrazione (ordinaria o in deroga) o il Fondo di integrazione salariale.
L’indennità può essere stata erogata da INPS o dagli enti bilateriali o anticipata dal datore di lavoro. Solo in questo ultimo caso la Certificazione Unica che verrà consegnata dall’azienda riporterà sia i redditi da lavoro che le indennità. Se invece la cassa integrazione o il Fis sono stati pagati dall’INPS o un ente bilaterale, verrà elaborata una seconda CU e in questo caso scatta per il contribuente l’obbligo di presentare il 730. Nel caso di INPS la CU non verrà inviata al lavoratore, ma rivolgendosi al Caf CISL sarà possibile recuperarla direttamente per elaborare il 730.

 

© Riproduzione riservata - 16 Marzo 2021

Prenota un appuntamento

Prenota un appuntamento

Attraverso il servizio Prenota un appuntamento è possibile fissare un appuntamento con la sede Caf Cisl più vicina a te

Iscriviti alla Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato
sulle novità fiscali e del mondo Caf Cisl
Iscriviti subito