Cerca

Seleziona un periodo

Troppo caldo? Se decidi di installare l'aria condizionata, la puoi detrarre

Se non ce la fai più e decidi di installare l'aria condizionata, ti spieghiamo come avere la detrazione del 50% o del 65%

Detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie Vale anche per l'acquisto e istallazione di un condizionatore, anche se non stai facendo altri lavori in casa. Fondamentale pagare con bonifico specifico per la detrazione: - causale: bonifico per detrazioni previste dall’art. 16-bis del Dpr 917/1986, pagamento fattura n. XY del giorno/mese/anno. - codice Fiscale del richiedente: se il bonus ristrutturazioni è richiesto per lavori su case in comproprietà, nel bonifico parlante bisognerà inserire nome, cognome e codice fiscale di tutti i proprietari. - P. Iva o CF titolare dell’azienda che effettua i lavori e a cui è quindi intestato il bonifico. Detrazione del 65% (ecobonus) In questo caso è necessario che si tratti della sostituzione del vecchio impianto con un impianto di climatizzazione a pompa di calore. Andranno prodotti: - un certificato di asseverazione della rispondenza dell’intervento ai requisiti richiesti rilasciato da un tecnico abilitato - l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) - la scheda informativa sui lavori realizzati - per alcuni prodotti è richiesta anche la certificazione del produttore. La documentazione deve essere inoltrata all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Per il bonifico, i requisiti sono gli stessi del 50%, e questa è la causale "tipo": Lavori di riqualificazione energetica. Detrazione 55% – 65%, ai sensi dell’art. 1, commi 344-347, legge 27 dicembre 2006, n. 296. Pagamento della fattura n. XY del giorno/mese/anno.

Iscriviti gratuitamente

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità fiscali e del mondo Caf Cisl
Iscriviti subito