Vai al contenuto principale
News

Bonus casa a cavallo tra 2017 e 2018, cosa dice il nostro esperto

 Bonus casa a cavallo tra 2017 e 2018, cosa dice il nostro esperto

Molti contribuenti ci chiedono come comportarsi se la realizzazione dei lavori che danno diritto ai diversi "bonus casa" inizia nel 2017 e finisce nel 2018.
Ecco le risposte del nostro esperto.

ACCONTO NEL 2017 E SALDO NEL 2018
"Ho richiesto un intervento di riqualificazione con la fornitura e posa di 11 oscuri da installare nella mia abitazione di proprietà e di residenza valutando di poter fruire della detrazione fiscale al 50%.
Al riguardo è stata emessa fattura di acconto nel mese di ottobre con relativo pagamento del bonifico avvenuto in data 2 ottobre 2017. L'accordo con la ditta era che i lavori sarebbero stati effettuati entro 40 giorni dalla data dell'ordinativo, Purtroppo a tutt'oggi la ditta con vari motivazioni non ha effettuato il lavoro.
Ai fini della detrazione fiscale potrò ugualmente usufruire dei benefici previsti anche se la fattura a saldo (e relativo bonifico) sarà emessa nel 2018? Oppure quale modalità è percorribile per non perdere il beneficio della detrazione?"

Potrà usufruire della detrazione anche se la fattura di saldo viene emessa nell' anno successivo, purchè l'eventuale titolo abilitativo richiesto venga chiuso successivamente alla fattura di saldo. Nella dichirazione dei redditi 2018 andrà ad indicare la fattura di acconto, mentre nelle dichiarazione dei redditi 2019 indicherà la fattura del saldo, presumibilmente emessa nel 2018, flaggando la casella di continuazione lavori.


RISTRUTTURAZIONE NEL 2017 E BONUS MOBILI NEL 2018
"ho installato presso la mia abitazione un condizionatore d'aria a novembre 2017 e l'installatatore mi ha detto che posso usufruire dela detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie e in più ho diritto al bonus mobili. Volevo un vostro parere. Se si posso usufruire del bonus mobili nel 2018?"

L'installazione di un impianto di climatizzazione a pompa di calore rientra fra gli interventi agevolabili ai sensi dell' Art.3 comma 1, lett. h) del DPR 380 del 2001, fermo restando tutti gli adempimenti connessi alla detrazione. Con questo intervento è possibile usufruire del bonus mobili, anche nel 2018, da far valere ovviamente sulla dichiarazione dei redditi 2019.


LAVORI NEL 2017 E TITOLO ABITATIVO NEL 2018
"Ho finito dei lavori edili peri quali mi spettano le detrazioni del cinquanta per cento. Ho detto al tecnico di chiudere i lavori in municipio e mi è stato detto che in municipio hanno molte pratiche da lavorare.Se per caso la chiusura dei lavori il municipio me la lavora a gennaio mi slitta all'anno prossimo la detrazione? Perché io ho già pagato tutti i bonifici. Grazie"

La chiusura del titolo abilitativo non è condizione essenziale per fruire della agevolazione, potrà usufruire della detrazione per le fatture pagate nel 2017 già della dichiarazione dei redditi 2018.