Vai al contenuto principale
News

Rottamazione BIS cartelle esattoriali, via alle adesioni

 Rottamazione BIS cartelle esattoriali, via alle adesioni

Il decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio apre la possibilità di aderire alla definizione agevolata per i contribuenti "esclusi" dalla prima rottamazione:
• chi ha aderito alla prima rottamazione ma non ha versato le rate del 2017
• chi aveva presentato domanda per la prima rottamazione ma era stata rigettata perché non era in regola con le rate relative al 2016
• chi presenta domanda per la prima volta per i debiti affidati all'Agente della Riscossione dal 1 gennaio 2017
Con la nuova sanatoria si pagano gli importi delle cartelle esattoriali, gli interessi, i titoli di aggio della riscossione, le spese di notifica e di rimborso. Non si pagano invece gli interessi di mora e sanzioni. Vediamo i tre casi e soprattutto le scadenze: 30 novembre nel primo caso, 31 dicembre nel secondo e 31 marzo 2018 per il terzo.
Chi non ha pagato la prima (o unica) rata prevista a luglio o quella di settembre 2017, potrà mettersi in regola senza perdere i benefici previsti dalla definizione agevolata, pagando quanto previsto entro il prossimo 30 novembre. Basterà riutilizzare i bollettini già ricevuti dall'Agenzia delle Entrate- Riscossione, senza bisogno di ulteriori comunicazioni.
Per i contribuenti "riammessi" alla rottamazione la scadenza per ripresentare una nuova istanza di adesione è il 31 dicembre 2017. Dovranno poi versare le rate non corrisposte relative al 2016 entro il 31 maggio 2018, in caso di mancato versamento delle rate scadute entro tale data l'istanza non sarà accettata, mentre a fronte del pagamento l'Agenzia delle Entrate- Riscossione invierà entro il 31 luglio 2018 la comunicazione per il pagamento delle somme condonate più gli interessi di mora pari al 4,5% calcolare a partire dal 1° agosto 2017, che e si potranno versare in un'unica soluzione o con al massimo 3 rate, con scadenza settembre, ottobre e novembre 2018.
Tempi più lunghi per chi invece presenta la domanda per la prima volta, per debiti "2017": entro il 31 marzo 2018 l'agente di riscossione invierà una comunicazione sui carichi, e i contribuente avrà tempo fino al 15 maggio 2018 per presentare la domanda di rottamazione. Seguirà una nuova comunicazione dell'Agente entro il 30 giugno 2018 sugli importi da rottamare che potranno essere versati, senza sanzioni e interessi, a luglio 2018 in unica soluzione o in un massimo di 5 rate( luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019).